Come far decollare il tuo ecommerce sciogliendo i nodi che lo bloccano

Ti sei chiesto come mai nonostante la vendita online sia il futuro, hai una persona che ti segue l’ecommerce e hai dato un po’ di soldi a Google o Facebook, il tuo ecommerce non riesce a decollare?

Settimana scorsa ero in giro per appuntamenti. Tra lunedì e venerdì ho partecipato a incontri in alcune regioni straordinarie: il Veneto, l’Emilia Romagna e la “mia” Lombardia.

Queste tre regioni rappresentano un pilastro fondamentale per l’imprenditoria italiana e ho avuto il piacere di conoscere titolari d’azienda appassionati e con grande voglia di fare.

Come lo sono io del resto.

Tuttavia malgrado la buona volontà e gli investimenti — già messi sul piatto tra web agency e promozione — i loro ecommerce faticano a girare.

È una condizione abbastanza comune. In giro ci sono tanti progetti ecommerce lanciati con le migliori intenzioni, ma che poi stentano a decollare.

Eppure là fuori ci sono ecommerce che viaggiano con fatturati milionari; e ti parlo di piccole aziende italiane.

Ma come fanno?

Senza girarci troppo intorno, ti svelo che non è difficile capire cosa funziona e cosa no in un negozio online. Certo devi sapere cosa e dove guardare.

Tuttavia se anche tu ti trovi nella condizione in cui il tuo ecommerce non sta attraendo ordini, puoi seguire due suggerimenti che ti indico ora e cambiare la situazione in meglio fin da subito.

PRIMO: Hai traffico di potenziali clienti sulle tue pagine?

A costo di essere banale, devo dirti che se non stai calamitando sulle tue pagine fiumi di persone interessate ai tuoi prodotti, direi che è impossibile sperare di incassare denaro.

Immagino sarai d’accordo.

Può sembrare ovvio, ma ti assicuro che guardando dentro Google Analytics di aziende che desiderano entrare in consulenza, spesso non vedo volumi interessanti di utenti giornalieri.

A questo punto, ogni analisi successiva diventa inutile se non abbiamo la materia prima. Un negozio senza visitatori non può vendere. Suona un po’ strano doverlo ribadire.

Quindi controlla subito il tuo account Google Analytics e verifica i volumi di traffico che hai in questo momento.

Se non c’è traffico profilato, va portato subito sulle pagine.

SECONDO: Perché le persone lasciano il tuo sito senza acquistare?

Una volta che hai potenziali clienti sulle pagine del tuo ecommerce, dovresti capire il perché non comprano.

Qui la maggior parte delle web agency o dei professionisti che “ti seguono il sito” si fermano.

Spesso ignorano l’esistenza di strumenti approfonditi in grado di mostrarti con precisione come i visitatori utilizzano il tuo negozio.

Ti informo che è possibile capire in poche ore come mai le persone abbandonano il tuo ecommerce senza comprare.

Quando conosci come mai i clienti non procedono all’acquisto, puoi sciogliere i nodi che impediscono al tuo ecommerce di decollare.

Per te questo si traduce in una nuova linfa di ordini che piove nelle tue casse.

Riepilogando…

Spero di averti consegnato informazioni preziose per risollevare le vendite del tuo negozio.

Sono certo dei consigli che ti sto passando perché, anche se in maniera ultra semplificata, rappresentano in buona parte ciò di cui mi occupo quando lavoro per migliorare le vendite dei miei clienti in consulenza.

PRIMO devi avere potenziali clienti sulle tue pagine; controlla Google Analytics per capire se sul tuo sito ne hai o meno.

SECONDO devi capire perché non comprano da te; utilizza software come Hotjar o altri per trovare dove le persone si bloccano.

Se vuoi dare un’accelerata ai risultati del tuo ecommerce puoi valutare di entrare in consulenza.

Consulenza ecommerce